mastoplastica

Mastoplastica additiva: Come aumentare il seno

La mastoplastica additiva è l’intervento che permette di aumentare e modellare il seno mediante l’inserimento di protesi mammarie. Con l’inserimento delle protesi, il seno conquista un nuovo volume ed armonia.

A CHI È CONSIGLIATA LA MASTOPLASTICA ADDITIVA

 

Mastoplastica additiva: AdvertisingL’aumento del seno con la mastoplastica additiva è l’intervento consigliato a tutte le donne che soffrono perché ritengono di avere un seno troppo piccolo o non adeguatamente sviluppato.

L’INTERVENTO DI MASTOPLASTICA ADDITIVA

Il percorso chirurgico è definito dal chirurgo in occasione della visita preliminare, quando, dopo aver attentamente valutato la situazione con la paziente, suggerisce quale percorso chirurgico potrebbe offrire la migliore soluzione.

A livello di esito e di cicatrici residue, tutte le tre procedure di mastoplastica additiva attuate presso Pallaoro Medical Laser sono molto similari, poiché si differenziano sostanzialmente solo per il posizionamento della protesi.

Dopo la somministrazione dell’anestesia loco-regionale e della sedazione endovenosa, il chirurgo procede con la creazione chirurgica della tasca che ospiterà la protesi mammaria. È prevista una sola incisione, lungo il margine inferiore dell’areola, in modo tale che l’opera del chirurgo risulti molto discreta e, a distanza di un paio di mesi dall’intervento, praticamente invisibile. Altri metodi chirurgici prevedono che la protesi sia inserita attraverso incisioni praticate sotto il solco mammario oppure nel solco ascellare, ma entrambe hanno generato insoddisfazione in un gran numero di donne, a causa della facile visibilità delle cicatrici.

L’intervento termina con l’applicazione dei drenaggi e delle fasciature. Il chirurgo fornisce poi tutte le indicazioni per una guarigione corretta e una rapida ripresa postoperatoria.

I VANTAGGI DELLA MASTOPLASTICA ADDITIVA

La procedura adottata nel centro di chirurgia estetica Pallaoro Medical Laser ha avuto negli anni la conferma che si tratta di una pratica altamente soddisfacente per quanto riguarda il tipo di risultato ottenuto, la ridotta visibilità delle cicatrici e il comfort degli impianti.

  • CICATRICI PRATICAMENTE INVISIBILI → la tecnica chirurgica sviluppata nel centro di chirurgia estetica d’avanguardia Pallaoro Medical Laser è talmente avanzata da lasciare come unico segno una sottile cicatrice a mezzaluna lungo il margine inferiore dell’areola. In capo a pochi mesi, inoltre, il segno sbiadirà residuando solamente un’impercettibile linea molto sottile. La particolare localizzazione, tra la mucosa del capezzolo e la pelle del seno, renderà ancora meno evidente la piccola cicatrice.
  • ANESTESIA LOCO-REGIONALE → questo tipo di procedura anestesiologica consente il ricovero in regime di day surgery. In tal modo i tempi di degenza sono davvero ridotti e non vi sarà il trauma da risveglio tipico dell’anestesia generale.
  • ASPETTO NATURALE DEL NUOVO SENO → il seno ingrandito con la mastoplastica additiva, praticata presso Pallaoro Medical Laser, è assolutamente verosimile come risultato. Le protesi impiegate sono qualitativamente le migliori e la loro forma è scelta dal chirurgo per essere davvero l’ideale per ciascuna paziente. Al tatto il seno sarà morbido come un seno naturale e, alla stessa maniera, anche in situazioni dinamiche l’aspetto e il movimento sarà del tutto pari al tessuto mammario.
  • SICUREZZA PER LA PAZIENTE→ la salute della paziente è l’aspetto principale di tutte le procedure chirurgiche. Al di là della normale cautela in fase chirurgica, la paziente e il suo stato di benessere saranno tenuti sotto stretto controllo anche nel periodo di convalescenza con visite programmate secondo il caso e la necessità. Il dialogo con il chirurgo e lo staff medico e paramedico instaurerà una relazione di fiducia, necessaria per una soddisfazione completa anche a distanza di tempo. Per mantenere a lungo i benefici estetici della mastoplastica additiva, è bene poi che la paziente si attenga scrupolosamente alle indicazioni del chirurgo.

INGRANDIMENTO DEL SENO: LE PROCEDURE

anche se l’obiettivo da conseguire con la mastoplastica additiva è unico, non è così per i percorsi chirurgici possibili. Essenzialmente le procedure chirurgiche si differenziano per quanto riguarda la sede di inserimento della protesi, che può essere retroghiandolare, retromuscolare o parzialmente retromuscolare. Sarà il chirurgo a valutare, durante il colloquio e la visita preliminare, quale sarà la sede ideale nel caso specifico di ciascuna paziente.

GLI INTERVENTI ALTERNATIVI E COMPLEMENTARI

Nella maggior parte dei casi, la paziente che si rivolge al chirurgo estetico per aumentare il volume del suo seno non chiede espressamente una “mastoplastica additiva”, ma semplicemente descrive come potrebbe essere il suo seno ideale. Ecco che il chirurgo consiglia l’intervento ottimale per conseguire l’obiettivo desiderato, espone le diverse procedure e le alternative, ed eventuali iter chirurgici che possono amplificare i benefici dell’intervento scelto.

Per quanto riguarda l’aumento del seno, l’intervento apposito è certamente la mastoplastica additiva, scelta secondo la procedura più idonea in base alle caratteristiche della paziente.

  • La mastopessi è una procedura di lifting mammario che il chirurgo può consigliare in abbinamento ad una mastoplastica additiva nel caso di un seno molto rilassato.
  • Anche la liposuzione dei fianchi è spesso un intervento scelto per amplificare a livello estetico gli esiti di una mastoplastica. Assottigliando la silhouette, infatti, sarà creata una nuova armonia tra il busto e il bacino, ottenendo una nuova equilibrata proporzione eliminando i volumi in eccesso dai fianchi e donando la giusta rotondità al seno.

La mastoplastica additiva: I consigli

Benché l’aumento del seno donato dalle protesi sia un volume che non si modifica con il passare del tempo, i tessuti cutanei e mammari sono comunque soggetti ad un fisiologico cedimento, che addirittura potrebbe essere accentuato dal peso delle protesi.

Per approfonfimenti : Aumento seno

Perciò, visto che non è possibile arrestare chirurgicamente le lancette del tempo –non ancora!- è bene aver cura dei propri tessuti e seguire scrupolosamente ogni indicazione che il chirurgo fornirà nel periodo immediatamente successivo all’operazione e anche nei mesi ed anni a seguire.

  1. portare il reggiseno contenitivo per il periodo previsto dal protocollo post intervento
  2. eseguire un ciclo di massaggi linfodrenanti per favorire il riassorbimento dell’edema
  3. presentarsi alle periodiche visite di controllo come previsto
  4. esporsi al sole solo dopo il consenso del chirurgo
  5. “vivere” il nuovo seno: non avere paura di toccarlo o di dormire in posizione prona. Il seno rifatto non deve essere trattato diversamente dal seno naturale! Anzi, nel periodo successivo all’intervento, il seno va opportunamente manipolato per scongiurare la probabilità di un incapsulamento delle protesi.
  6. sostenere sempre il seno con un reggiseno adeguato che accompagni morbidamente i movimenti. Le mammelle hanno come unico sostegno il muscolo pettorale, ma non sono vincolate da ossa e altri muscoli al loro interno, perciò ogni sollecitazione dinamica favorisce l’azione della forza di gravità che, a lungo andare, richiama i tessuti verso il basso provocandone la ptosi. A maggior ragione, durante gli sport (come il jogging o altri) è bene indossare un corsetto elastico e contenitivo.
  7. dormire con un reggiseno senza ferretto per garantire un buon sostegno anche di notte e prevenire la ptosi mammaria.

COSTO / PREZZO DELLA MASTOPLASTICA ADDITIVA

Un aspetto da non sottovalutare è il costo della mastoplastica additiva. Tutti i prezzi che si troveranno enunciati in questo sito costituiscono solamente un’indicazione di massima, una sorta di orientamento, perché il costo definitivo dell’intervento viene definito solamente dopo la visita preliminare con il chirurgo. È infatti in questa sede che verrà scelta la procedura ideale e l’entità dell’operazione stessa.

Nel caso della mastoplastica additiva, i costi comprendono anche le protesi, scelte tra le migliori nel panorama europeo.

Fermo restando che le variazioni sul prezzo potranno essere anche molto sensibili secondo la procedura scelta, in media una mastoplastica additiva costa all’incirca 7.000€.

Alcune Faq sulla mastoplastica additiva

Da dove vengono introdotte le protesi? Le vie di accesso per la mastoplastica additiva sono: periareolare, incisione sul solco sottomammario e dietro la plica ascellare.

Quante cicatrici restano dopo la chirurgia estetica al seno? Solo nei punti in cui sono state introdotte le protesi e comunque di solito sono pocco visibili.

Se ingrasso, dimagrisco o resto incinta, questo pregiudicherà le protesi? È possibile che la forma del seno cambi se il suo volume aumenta a causa di un aumento di peso odi una gravidanza o diminuisce in seguito a dimagrimento o dopo una gravidanza, accompagnati da un cedimento della pelle.

Posso allattare dopo essermi operata? Di solito non ci sono problemi per l’allattamento. Molto raramente si è verificata una certa difficoltà.

Posso mettermi in topless subito dopo la mastoplastica? No, è consigliabile lasciar passare alcuni mesi prima di esporre le cicatrici al sole.

Se non sono soddisfatta del risultato, è possibile togliere le protesi? Se si tolgono le protesi, il seno e la pelle che sono state tese da queste, tendono a cedere.

Possono spostarsi se faccio movimenti bruschi? Solo in rare occasioni, per esempio nel caso delle ginnaste, potrebbero spostarsi.