aluma

Aluma- Radiofrequenza

CHE COS’È LA RADIOFREQUENZA

Il trattamento con radiofrequenza bipolare è un’ottima procedura non chirurgica per appianare pliche e rughe rassodando profondamente i tessuti. Il calore controllato e localizzato stimola l’attività dei fibroblasti secondo il naturale processo di autoriparazione del derma stimolano, nel lungo periodo, la sintesi di neocollagene, anche là dove il rinnovamento cellulare è rallentato o cessato a causa dell’età.

CHE COSA SI OTTIENE CON LA RADIOFREQUENZA BIPOLARE

La radiofrequenza bipolare applicata localmente provoca una contrattura immediata delle fibre collagene a livello del derma profondo. Il risultato più eclatante è il piacevole rassodamento e la nuova tensione della pelle a livello profondo e superficiale. Le piccole rughe vengono eliminate, mentre le pieghe e le rughe profonde si attenuano notevolmente. La pelle appare più compatta, tesa, e consistente. Si possono trattare tutti gli inestetismi legati al rilassamento cutaneo, in tutte le zone più critiche del viso e del corpo.

A CHI È CONSIGLIATA LA RADIOFREQUENZA

La radiofrequenza bipolare offre un ottimo giovamento nei casi di lassità cutanea isolata (piccole zone del viso) o diffusa (corpo). Addirittura il chirurgo può consigliarne l’applicazione come preparazione cutanea ad un intervento chirurgico o per prolungare gli esiti di un altro processo di ringiovanimento. In particolare la radiofrequenza bipolare è adatta a trattare questi difetti:

  • Rughe del viso
  • Zampe di gallina
  • Guance rilassate
  • Collo rugoso
  • Pelle flaccida
  • Contorni del viso poco definiti
  • Pieghe nasolabiali evidenti
  • Collo rilassato (“collo di tacchino”)
  • Rilassamenti diffusi
  • Ptosi cutanea

RADIOFREQUENZA BIPOLARE: LA SEDUTA

La seduta si svolge in breve lasso di tempo senza una specifica preparazione, né anestesia o altro. Il manipolo dell’apparecchio viene fatto scorrere sulla pelle, che viene leggermente “risucchiata” in modo da ottenere una plica di tessuto dove i due strati di derma si trovino paralleli. Attraverso questi si rilascia il flusso di radiofrequenza che riscalda la parte profonda senza che in superficie si avverta dolore, né ci siano danni per la pelle. Al termine della seduta, la parte trattata appare leggermente arrossata temporaneamente.

Il numero delle sedute necessarie a completare il ciclo di radiofrequenza bipolare viene stabilito nel corso del primo incontro con l’operatore, in base a ciascun problema da affrontare.

LA RADIOFREQUENZA BIPOLARE: I VANTAGGI DELLA TECNICA

La radiofrequenza bipolare è una vera rivoluzione nel campo del ringiovanimento non chirurgico e conta numerosi vantaggi anche rispetto ad altre tecniche, come ad esempio il thermage. A differenza di questo, la radiofrequenza bipolare non è assolutamente dolorosa e si dimostra comunque molto efficace. Anche i costi vengono abbattuti, poiché non si rende necessaria degenza né anestesia. Per l’assoluta non invasività della tecnica, possono essere praticati altri trattamenti estetici senza che vi siano interazioni, come eventuali epilazioni o abbronzanti; la radiofrequenza è un trattamento adatto ad ogni periodo dell’anno e l’esposizione al sole non limita i vantaggi.

I risultati concreti sono il vero ringiovanimento nella natura profonda del derma.

RADIOFREQUENZA BIPOLARE: I TEMPI PER VEDERE I RISULTATI

I benefici del trattamento con la radiofrequenza sono progressivi e apprezzabili soprattutto dopo un certo periodo, quando cioè la produzione dei fibroblasti attivati nel corso della seduta diventa visibile. La contrattura delle fibre collagene offre un immediato effetto tensore, ma nel corso dei sei mesi successivi ai trattamenti, si vedranno man mano gli esiti principali della tecnica: i tessuti sono più tonici e la pelle acquista spessore e consistenza, perciò anche le pieghe più profonde vengono visibilmente ed efficacemente ridotte.

OLTRE ALLA RADIOFREQUENZA…

GLI INTERVENTI ALTERNATIVI E COMPLEMENTARI

Il ciclo di sedute di radiofrequenza bipolare è consigliato vivamente quale preparazione ad alcuni interventi chirurgici, come la liposuzione, che presuppongono un’adeguata elasticità cutanea. Dopo il lifting, la radiofrequenza rassoda ulteriormente i tessuti e dona la consistenza necessaria per far perdurare al lungo i risultati di ringiovanimento. Prima e dopo il peeling laser, la radiofrequenza completa un quadro di rinnovamento della pelle, perché agisce sulla qualità della struttura interna del derma.

LA RADIOFREQUENZA BIPOLARE IN BREVE

Rassodamento cutaneo con radiofrequenza bipolare. Ringiovanimento non chirurgico

  • durata: 15-20 minuti per il trattamento del viso
  • ritorno alle nomali attività: immediato
  • tecnica: applicazione locale del flusso di radiofrequenza bipolare tramite un manipolo passato sulla pelle
  • nessuna preparazione specifica alla seduta
  • nessuna precauzione
  • nessuna controindicazione
  • niente dolore
  • nessun tempo di recupero post seduta